Riforme strutturali

Spazio per messaggi e discussioni a tema libero.

Riforme strutturali

Messaggioda tacchinosfavillantdgloria » dom giu 18, 2017 20:15 pm

Quante volte ci sentiamo ripetere, da varie parti (giornaloni, telegiornali, politici nei talk show, economisti vari), il mantra:

bisogna fare le riforme?

Uno allora magari si chiede: cosa intendono costoro con questa magica parolina "riforme"?

Sì perché, fino a qualche decennio fa, "riformisti" erano quelli che volevano migliorare le condizioni di vita dei lavoratori, allargare la copertura sanitaria gratuita a più persone possibile, eccetera eccetera.

Oggi invece?

Può essere utile ricordare una famosa citazione di Tommaso Padoa Schioppa, ex ministro del governo Prodi (!), assai istruttiva nel suo candido cinismo:

"Nell'Europa continentale, un programma completo di riforme strutturali deve oggi spaziare nei campi delle pensioni, della sanità, del mercato del lavoro, della scuola e in altri ancora. Ma dev' essere guidato da un unico principio: attenuare quel diaframma di protezioni che nel corso del Ventesimo secolo hanno progressivamente allontanato l'individuo dal contatto diretto con la durezza del vivere, con i rovesci della fortuna, con la sanzione o il premio ai suoi difetti o qualità."

Strutturali saluti
TSdG
'netam mama, nesohamasmi, na meso atta'

http://www.sollevamenti.org
Avatar utente
tacchinosfavillantdgloria
 
Messaggi: 4470
Iscritto il: gio set 18, 2008 19:08 pm
Località: oderzo

Re: Riforme strutturali

Messaggioda Sbob » lun giu 19, 2017 12:19 pm

Padoa Schioppa non e' mai stato un gran comunicatore, basti ricordare la sua mitica frase sulle tasse. Peraltro proprio quella frase mi fa pensare che non sia un seguace del liberismo, piuttosto un fautore di uno stato sociale in cui le tasse siano usare per fornire a tutti una serie di beni e servizi essenziali.

Non so cosa volesse intendere di preciso. Un aneddoto che mi viene in mente l'ho sentito da uno che per volontariato dava ripetizioni a ragazzini con difficolta': un giorno uno dei suoi allievi gli ha detto che non poteva venire alla lezione perche' gli avevano fissato alla stessa ora la lezione di scuola guida per il motorino. Quando gli ha chiesto se poteva spostare quello gli ha risposto "ma quella l'ho pagata".
Avatar utente
Sbob
 
Messaggi: 6450
Images: 2
Iscritto il: ven set 14, 2007 12:49 pm

Re: Riforme strutturali

Messaggioda tacchinosfavillantdgloria » lun giu 19, 2017 13:37 pm

Manfatti, aldilà del superlativo, magari non proprio felicissimo come scelta comunicativa ("le tasse sono bellissime") il senso generale della frase che dici tu lo trovo condivisibile.

La frase citata da me, invece, mi dà l'idea di corrispondere esattamente al suo pensiero. Pensiero che - sempre a mio avviso of course - guida le decisioni della pars valentior dei tecnocrati europei, e che trovo (absit iniuria verbis) assolutamente detestabile.

Avversativi saluti
TSdG
'netam mama, nesohamasmi, na meso atta'

http://www.sollevamenti.org
Avatar utente
tacchinosfavillantdgloria
 
Messaggi: 4470
Iscritto il: gio set 18, 2008 19:08 pm
Località: oderzo

Re: Riforme strutturali

Messaggioda Kinobi » lun giu 19, 2017 16:40 pm

Il senso della frase del ex ministro è l'esatto opposto del reddito di cittadinanza.
L'individuo si deve prendere carico della sua sussistenza, il che significa smaltellare lo stato sociale per alcuni. Per altri non è mai esistito.
Avatar utente
Kinobi
 
Messaggi: 4948
Iscritto il: gio apr 10, 2008 14:01 pm

Re: Riforme strutturali

Messaggioda al » lun giu 19, 2017 16:47 pm

Per riforme strutturali si intende, ad esempio, costruire un sistema nel quale il lavoro non è concepito come un diritto di cui lo stato deve essere garante, ma un dovere al quale ogni cittadino deve adempiere per il suo bene e quello della società intera.

Invece qui vi siete accampati nell'idea che la solidarietà è far fare la bella vita a tutti i barboni della terra.
al
 
Messaggi: 1245
Images: 17
Iscritto il: mer giu 16, 2004 10:09 am
Località: Torino

Re: Riforme strutturali

Messaggioda tacchinosfavillantdgloria » lun giu 19, 2017 17:11 pm

Kinobi ha scritto:Il senso della frase del ex ministro è l'esatto opposto del reddito di cittadinanza.
L'individuo si deve prendere carico della sua sussistenza, il che significa smaltellare lo stato sociale per alcuni. Per altri non è mai esistito.


Sull'ultima frase avrei dei dubbi.

Discordanti saluti
TSdG
'netam mama, nesohamasmi, na meso atta'

http://www.sollevamenti.org
Avatar utente
tacchinosfavillantdgloria
 
Messaggi: 4470
Iscritto il: gio set 18, 2008 19:08 pm
Località: oderzo


Torna a Parole in libertà

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 3 ospiti

Forum.Planetmountain.com

Il Forum è uno spazio d’incontro virtuale, aperto a tutti, che consente la circolazione e gli scambi di opinioni, idee, informazioni, esperienze sul mondo della montagna, dell’alpinismo, dell’arrampicata e dell’escursionismo.

La deliberata inosservanza di quanto riportato nel REGOLAMENTO comporterà l'immediato bannaggio (cancellazione) dal forum, a discrezione degli amministratori del forum. Sarà esclusivo ed insindacabile compito degli amministratori stabilire quando questi limiti vengano oltrepassati ed intervenire di conseguenza.