Dita addormentate

Dita addormentate

Messaggioda Saint Bernard » sab gen 12, 2008 20:52 pm

Arrampico da (soli) 4 mesi - ma ho sempre fatto altri sport, mi alleno (col brutto tempo) in palestra 2-3-4 sere a settimana su vie non difficili (max.6a+, 6b), sia strapiombi che placche... Ho notato con certa preoccupazione come da circa 2 mesi a riposo (o al riveglio la mattina) mi ritrovo con le dita (tutte, ma di più quelle della mano destra, dalle nocche ai polpastrelli) completamente addormentate: me le sento gonfie (anche se a guardarle non lo sono) e hanno un colorito normale - non sono pallide, nè rosse, nè livide, e nemmeno più calde o fredde del solito. Tutto torna nella norma entro pochi minuti se le muovo e massaggio le articolazioni, ma la cosa mi capita sempre più spesso. :cry:
Mi dite se è una cosa che capita all'inizio - per lo sforzo particolare? Se poi ci si abitua e non succede più? Non è mai successo durante lo sforzo, ma solo dopo qualche ora di riposo fisico.
Oppure forse sto sbagliando qualcosa nell'allenamento, e forse faccendo più riscaldamento delle mani (e allora come?) posso evitare?
O si può trattare di avvisaglie di una patologia (articolare? neurologica?): e allora arrampicare può farmi peggiorare?
... medici e non medici climbers del forum, mi illuminate, per favore? Grazie.
Non cedere mai, perchè potresti farlo proprio un attimo prima che capiti un miracolo!
Avatar utente
Saint Bernard
 
Messaggi: 251
Images: 1
Iscritto il: mer dic 05, 2007 1:32 am
Località: montagna pistoiese

Messaggioda scheggia » sab gen 12, 2008 21:25 pm

prova a fare cose facili veramente ogni tanto ... vie con bei maniglioni, dove solleciti di meno le dita, poi un certo ingrossamento delle dita mi sembra sia normale sai ... per riscaldare le manine esiste un esercizio semplice semplice ... aprie e chiudi rapidamente ... per un 30", puoi farlo anche a serie e magari riduci un po' il numenro di sedute settimanali in palestra, insomma scarica un po' ... che le tendiniti stanno dietro l'angolo :wink:
Difronte
Alla
Vita
Insegue
Delle
Emozioni

i limiti sono solo nella nostra testa
Avatar utente
scheggia
 
Messaggi: 18714
Images: 50
Iscritto il: mer apr 30, 2003 10:59 am
Località: Sbarua - Torino

Messaggioda Roberto » sab gen 12, 2008 21:50 pm

Mai sofferto di artrosi cervicale?
"LIBERTA' E' PARTECIPAZIONE"
L' unico modo per essere liberi è essere colti (J. Martì)
Avatar utente
Roberto
 
Messaggi: 51603
Images: 500
Iscritto il: mer lug 31, 2002 23:41 pm
Località: Padania meridionale (Nord di Roma)

Messaggioda Saint Bernard » dom gen 13, 2008 13:05 pm

Artrosi cervicale?... Ho un'ernia al disco cervicale , oltre alle due lombari di cui una operata... Ma l'ernia cervicale ce l'ho da anni (con dolori al collo, testa, spalla), mentre il disturbo delle mani solo da ora...
Pensavo alla sindrome del tunnel carpale, ma a me prende tutte le dita, a parte i pollici...
Insomma, non vorrei "morire sul nascere", come climber! Ditemi che è una cosa banale che è venuta a tanti e che poi passa...
Penso che Scheggia abbia ragione, ridurre l'impegno delle dita negli allenamenti...ma in palestra se non si fanno le vie con rughe e prese piccole non si progredisce, neh?
Non cedere mai, perchè potresti farlo proprio un attimo prima che capiti un miracolo!
Avatar utente
Saint Bernard
 
Messaggi: 251
Images: 1
Iscritto il: mer dic 05, 2007 1:32 am
Località: montagna pistoiese

Re: Dita addormentate

Messaggioda SCOTT » dom gen 13, 2008 13:25 pm

Saint Bernard ha scritto:Arrampico da (soli) 4 mesi - ma ho sempre fatto altri sport, mi alleno (col brutto tempo) in palestra 2-3-4 sere a settimana su vie non difficili (max.6a+, 6b), sia strapiombi che placche... Ho notato con certa preoccupazione come da circa 2 mesi a riposo (o al riveglio la mattina) mi ritrovo con le dita (tutte, ma di più quelle della mano destra, dalle nocche ai polpastrelli) completamente addormentate: me le sento gonfie (anche se a guardarle non lo sono) e hanno un colorito normale - non sono pallide, nè rosse, nè livide, e nemmeno più calde o fredde del solito. Tutto torna nella norma entro pochi minuti se le muovo e massaggio le articolazioni, ma la cosa mi capita sempre più spesso. :cry:
Mi dite se è una cosa che capita all'inizio - per lo sforzo particolare? Se poi ci si abitua e non succede più? Non è mai successo durante lo sforzo, ma solo dopo qualche ora di riposo fisico.
Oppure forse sto sbagliando qualcosa nell'allenamento, e forse faccendo più riscaldamento delle mani (e allora come?) posso evitare?
O si può trattare di avvisaglie di una patologia (articolare? neurologica?): e allora arrampicare può farmi peggiorare?
... medici e non medici climbers del forum, mi illuminate, per favore? Grazie.


Io ho sofferto e soffro dello stesso problema ... mi capita quando mi alleno in modo "intensivo" ... quando carico più del solito...
...il "problema" era decisamente più evidente nei primi anni...ora mi capita molto raramente...

Io ho sempre ignorato il "problema" dato che non è particolarmente fastidioso...

Non mi ha mai creato altri fastidi oltre a quelli da te descritti ... ricordo che al risveglio con le punte delle dita insensibili mi veniva da pensare: AZZZ...mi sono allenato alla grande ieri... 8O

(insomma...non me ne preoccuperei) :wink:

:smt006 Scott.
a nin pos piò!!!
Avatar utente
SCOTT
 
Messaggi: 10354
Images: 291
Iscritto il: gio lug 28, 2005 3:48 am
Località: RoMagna

Messaggioda SCOTT » dom gen 13, 2008 13:30 pm

Saint Bernard ha scritto:Artrosi cervicale?... Ho un'ernia al disco cervicale , oltre alle due lombari di cui una operata... Ma l'ernia cervicale ce l'ho da anni (con dolori al collo, testa, spalla), mentre il disturbo delle mani solo da ora...
Pensavo alla sindrome del tunnel carpale, ma a me prende tutte le dita, a parte i pollici...
Insomma, non vorrei "morire sul nascere", come climber! Ditemi che è una cosa banale che è venuta a tanti e che poi passa...
Penso che Scheggia abbia ragione, ridurre l'impegno delle dita negli allenamenti...ma in palestra se non si fanno le vie con rughe e prese piccole non si progredisce, neh?


NO tunnel carpale :!:

E' UNA COSA BANALE :!: E' VENUTA A TANTI :!: POI PASSA :!: SE SI RIPRESENTA E' SOLO PER BREVI PERIODI...SE TI INFASTIDISCE TROPPO BASTA CALARE IL LIVELLO DEGLI ALLENAMENTI...MA POI NON PROGREDISCI... :roll: :wink:


Io non mi preoccuperei... (in effetti non me ne sono mai curato e non ha mai costituito un limite) :D

:smt023 Scott.
a nin pos piò!!!
Avatar utente
SCOTT
 
Messaggi: 10354
Images: 291
Iscritto il: gio lug 28, 2005 3:48 am
Località: RoMagna

Messaggioda Roberto » dom gen 13, 2008 13:38 pm

Considera che l' arrampicata mette in tensione i muscoli del collo e questi "tirano" e l' artrosi cervicale può dare qualche problema in più.
Forse un po di fisioterapia e tenere i muscoli non troppo in tensione potrebbe aiutarti.
Il tunnel carpale è per fortuna ora un po fuori moda, fino a qualche anno fa, bastava un formicolio e già ti dicevano che dovevi operarti. E' più probabile che sia la cervicale, abbinata all' arrampicata.
"LIBERTA' E' PARTECIPAZIONE"
L' unico modo per essere liberi è essere colti (J. Martì)
Avatar utente
Roberto
 
Messaggi: 51603
Images: 500
Iscritto il: mer lug 31, 2002 23:41 pm
Località: Padania meridionale (Nord di Roma)

Messaggioda SCOTT » dom gen 13, 2008 15:12 pm

Roberto ha scritto:Considera che l' arrampicata mette in tensione i muscoli del collo e questi "tirano" e l' artrosi cervicale può dare qualche problema in più.
Forse un po di fisioterapia e tenere i muscoli non troppo in tensione potrebbe aiutarti.
Il tunnel carpale è per fortuna ora un po fuori moda, fino a qualche anno fa, bastava un formicolio e già ti dicevano che dovevi operarti. E' più probabile che sia la cervicale, abbinata all' arrampicata.


Forse intendi dire "artrite cervicale" ... "artrosi" è un disturbo ben più grave...e non credo che, in questo caso, possa centrare il problema... :?

Per quel che MI riguarda, mai sofferto nè di artrite nè, tantomeno di artrosi...ma il problema descritto l'ho accusato più volte (anche se non di recente) ... anche altri amici che praticano l'arrampicata me ne hanno parlato più volte...

Ora, io non posso definirmi un'esperto quindi evito di dare veri consigli...però mi sento di poter dire che SE i sintomi sono "solo" l'insensibilità alle punte delle dita alla mattina appena sveglio, che si risolve poi in pochi minuti muovendo le dita, allora ne ho sofferto anche io e varie altre persone di mia conoscenza...la cosa si è risolta da se.

Se poi qualcuno è più apprensivo di quanto lo sia io farà bene a svolgere ulteriori indagini con la consulenza di un'esperto...

Fermo restando che in un'attività come l'arrampicata dedicarsi regolarmente a stretching e allungamenti (o praticare yoga) è, oltre che producente ai fini della scalata, anche molto salutare ai fini dei dolori muscolari e articolari...nonchè preventivo per strappi e contratture.

Ma forse questa è un'altra storia... :wink:

:) Scott.
a nin pos piò!!!
Avatar utente
SCOTT
 
Messaggi: 10354
Images: 291
Iscritto il: gio lug 28, 2005 3:48 am
Località: RoMagna

Messaggioda Roberto » dom gen 13, 2008 16:21 pm

SCOTT ha scritto:Forse intendi dire "artrite cervicale" ... "artrosi" è un disturbo ben più grave...e non credo che, in questo caso, possa centrare il problema... :?

L' artrite è un' altra cosa, specie quella reumatoide, la patologia della cervicale è l' artrosi, ovvero una degenerazione della cartilagine, con la conseguente compressione di centri nervosi, da cui formicolii e altro.
Poi qui ci vorrebbe Jena, lui è un ortopedico e saprebbe spiegare bene.
"LIBERTA' E' PARTECIPAZIONE"
L' unico modo per essere liberi è essere colti (J. Martì)
Avatar utente
Roberto
 
Messaggi: 51603
Images: 500
Iscritto il: mer lug 31, 2002 23:41 pm
Località: Padania meridionale (Nord di Roma)

Messaggioda SCOTT » dom gen 13, 2008 16:31 pm

Roberto ha scritto:
SCOTT ha scritto:Forse intendi dire "artrite cervicale" ... "artrosi" è un disturbo ben più grave...e non credo che, in questo caso, possa centrare il problema... :?

L' artrite è un' altra cosa, specie quella reumatoide, la patologia della cervicale è l' artrosi, ovvero una degenerazione della cartilagine, con la conseguente compressione di centri nervosi, da cui formicolii e altro.
Poi qui ci vorrebbe Jena, lui è un ortopedico e saprebbe spiegare bene.


Si...ho presente...pensavo ti fossi confuso appunto perchè l'artrosi è una patologia ben più grave e da quel che so provoca problemi ben più consistenti di una lieve insensibilità mattutina alle punte delle dita... :?

Avevo supposto male... :roll: :oops:

Ciao Roberto :smt039

:wink: Scott.
a nin pos piò!!!
Avatar utente
SCOTT
 
Messaggi: 10354
Images: 291
Iscritto il: gio lug 28, 2005 3:48 am
Località: RoMagna

Messaggioda Saint Bernard » dom gen 13, 2008 23:58 pm

Se altri hanno avuto gli stessi miei disturbi e ora dopo anni che arrampicano non sono peggiorati, anzi - tengono ancora le prese piccole, vuol dire che è un fatto banale e non me ne preoccuperò più di tanto...

Non è apprensione - la mia, mi piace solo capire di che si tratta: in fondo, se per 38 anni le dita si sono sempre svegliate la mattina insieme a me, mentre ora rimangono addormentate, viene da chiedersi come mai :wink:
... ma direi che finchè mi si sveglia il cervello tutte le mattine, ancora sono messa bene :lol:
Non cedere mai, perchè potresti farlo proprio un attimo prima che capiti un miracolo!
Avatar utente
Saint Bernard
 
Messaggi: 251
Images: 1
Iscritto il: mer dic 05, 2007 1:32 am
Località: montagna pistoiese

Messaggioda Trittiko » lun gen 14, 2008 16:55 pm

Beh...io un pò sotto controllo le terrei! Nel senso non è normale che si sveglino quando vogliono loro...e cmq non mi sembra che il 6a+/6b su resina (se ho capito bene) sia facile e cmq non traumatico se arrampichi da poco!
"Secondo autorevoli testi, il calabrone non può volare per forma e peso del corpo in rapporto alle ali.Ma il calabrone non lo sa e perciò continua a volare"
Avatar utente
Trittiko
 
Messaggi: 559
Images: 5
Iscritto il: mar set 11, 2007 12:04 pm

Messaggioda Saint Bernard » mar gen 15, 2008 0:29 am

Beh...io un pò sotto controllo le terrei! Nel senso non è normale che si sveglino quando vogliono loro...e cmq non mi sembra che il 6a+/6b su resina (se ho capito bene) sia facile e cmq non traumatico se arrampichi da poco!


Allora: mi alleno su vie 5a,b,c e solo a fine provo a fare le 6, che chiudo con grandi sforzi, soprattutto da parte delle dita.
... insomma, penso che mi manchi la scienza di caricare bene i piedi e, volendo risparmiare gli avambracci, sforzo le dita per tenere il peso del corpo. :roll:
Mi chiedo però se sollecitare troppo le dita porta di riflesso questo intorpidimento, oppure è un segno che mi sto rovinando le articolazioni e rischio l'artrosi precoce. Lo può fare, questo, l'arrampicata "sbagliata"?
Non cedere mai, perchè potresti farlo proprio un attimo prima che capiti un miracolo!
Avatar utente
Saint Bernard
 
Messaggi: 251
Images: 1
Iscritto il: mer dic 05, 2007 1:32 am
Località: montagna pistoiese

Messaggioda yena » mar gen 15, 2008 0:39 am

ma cosa intendi per addoementate? intendi dire chesono insensibili? che hai parestesie? o che le senti... intorpidite? e con intorpidite intendo un po piu rigide e non pronte nel movmento quasi fossere rallentate o non del tutto tue, pur avendo un tatto ben funzionante, il tutto magari associato a una sensazione di gonfiore e difficoltà a chiudere a pugno la mano. poi con un po di movimento torna tutto normale?
Leggi i miei articoli sulla patologia arrampicatoria www.patologia-arrampicatoria.it
Avatar utente
yena
 
Messaggi: 2119
Images: 10
Iscritto il: mar lug 06, 2004 14:15 pm
Località: sondalo (so)

Messaggioda Saint Bernard » mar gen 15, 2008 11:46 am

Grazie, Yena, di interessarti (anche) al mio problema... non volevo usare termini medici che magari non tutti comprendono, affinche mi rispondesse chiunque ne sapesse qualcosa.
Ebbene, la mattina ho parestesie ad entrambe le mani (dal metacarpo e fino ai polpastrelli), e sensazione di ridotta mobilità (ma senza dolori) spontanea ... se massaggio le dita e le piego con l'altra mano, ok, riprende tutto dopo un pò. Esattamente come quando il compagno/la compagna ti dorme con la testa sul braccio e ti blocca la circolazione ... solo che nessuno dorme con la testa sul mio braccio, poi a me succcede ad entrambi gli arti, e l'intorpidimento riguarda solo metacarpo e falangi - come spiegavo.
Dopo pochi minuti di movimenti (volontari e ripetuti) delle dita, la sensazione si riduce molto, ma durante la giornata avverto costantemente una leggerissima riduzione della sensibilità superficiale delle dita (della sensibilità fine, del tatto insomma)... mi preoccupa un pò, perchè uso le dita per lavoro (ginecologa :roll: - anche sala operatoria) e il tutto succede da quando arrampico - la mia nuova e grande passione.
Ehm, il tuo verdetto???!! [-o<
Non cedere mai, perchè potresti farlo proprio un attimo prima che capiti un miracolo!
Avatar utente
Saint Bernard
 
Messaggi: 251
Images: 1
Iscritto il: mer dic 05, 2007 1:32 am
Località: montagna pistoiese

Messaggioda VYGER » mar gen 15, 2008 18:12 pm

Saint Bernard ha scritto:Grazie, Yena, di interessarti (anche) al mio problema... non volevo usare termini medici che magari non tutti comprendono, affinche mi rispondesse chiunque ne sapesse qualcosa.
Ebbene, la mattina ho parestesie ad entrambe le mani (dal metacarpo e fino ai polpastrelli), e sensazione di ridotta mobilità (ma senza dolori) spontanea ... se massaggio le dita e le piego con l'altra mano, ok, riprende tutto dopo un pò. Esattamente come quando il compagno/la compagna ti dorme con la testa sul braccio e ti blocca la circolazione ... solo che nessuno dorme con la testa sul mio braccio, poi a me succcede ad entrambi gli arti, e l'intorpidimento riguarda solo metacarpo e falangi - come spiegavo.
Dopo pochi minuti di movimenti (volontari e ripetuti) delle dita, la sensazione si riduce molto, ma durante la giornata avverto costantemente una leggerissima riduzione della sensibilità superficiale delle dita (della sensibilità fine, del tatto insomma)... mi preoccupa un pò, perchè uso le dita per lavoro (ginecologa :roll: - anche sala operatoria) e il tutto succede da quando arrampico - la mia nuova e grande passione.
Ehm, il tuo verdetto???!! [-o<


Molto allenamento.
Se ricordo bene - o, almeno, a me lo avevano spiegato così - i nervi [o i tendini, non rammento] ipersollecitati si infiammano un po', si gonfiano e, compressi, danno i sintomi che descrivi.
Yena sarà di sucuro più preciso...
Non cesseremo di esplorare - E alla fine dell'esplorazione - Saremo al punto di partenza - Sapremo il luogo per la prima volta. T.S. Eliot
Avatar utente
VYGER
 
Messaggi: 1489
Images: 23
Iscritto il: dom giu 25, 2006 11:16 am
Località: brescia

Messaggioda SCOTT » mar gen 15, 2008 19:25 pm

VYGER ha scritto:
Saint Bernard ha scritto:Grazie, Yena, di interessarti (anche) al mio problema... non volevo usare termini medici che magari non tutti comprendono, affinche mi rispondesse chiunque ne sapesse qualcosa.
Ebbene, la mattina ho parestesie ad entrambe le mani (dal metacarpo e fino ai polpastrelli), e sensazione di ridotta mobilità (ma senza dolori) spontanea ... se massaggio le dita e le piego con l'altra mano, ok, riprende tutto dopo un pò. Esattamente come quando il compagno/la compagna ti dorme con la testa sul braccio e ti blocca la circolazione ... solo che nessuno dorme con la testa sul mio braccio, poi a me succcede ad entrambi gli arti, e l'intorpidimento riguarda solo metacarpo e falangi - come spiegavo.
Dopo pochi minuti di movimenti (volontari e ripetuti) delle dita, la sensazione si riduce molto, ma durante la giornata avverto costantemente una leggerissima riduzione della sensibilità superficiale delle dita (della sensibilità fine, del tatto insomma)... mi preoccupa un pò, perchè uso le dita per lavoro (ginecologa :roll: - anche sala operatoria) e il tutto succede da quando arrampico - la mia nuova e grande passione.
Ehm, il tuo verdetto???!! [-o<


Molto allenamento.
Se ricordo bene - o, almeno, a me lo avevano spiegato così - i nervi [o i tendini, non rammento] ipersollecitati si infiammano un po', si gonfiano e, compressi, danno i sintomi che descrivi.
Yena sarà di sucuro più preciso...


Nel frattempo io QUOTO :!:

:smt045 Scott.
a nin pos piò!!!
Avatar utente
SCOTT
 
Messaggi: 10354
Images: 291
Iscritto il: gio lug 28, 2005 3:48 am
Località: RoMagna

Messaggioda Roberto » mar gen 15, 2008 19:33 pm

Saint Bernard ha scritto:....
Ehm, il tuo verdetto???!! [-o<

Non resta che amputare :smt003
"LIBERTA' E' PARTECIPAZIONE"
L' unico modo per essere liberi è essere colti (J. Martì)
Avatar utente
Roberto
 
Messaggi: 51603
Images: 500
Iscritto il: mer lug 31, 2002 23:41 pm
Località: Padania meridionale (Nord di Roma)

Messaggioda Saint Bernard » mer gen 16, 2008 0:22 am

Roberto ha scritto:

Non resta che amputare


!!!!!!!!!!!!!! :smt027 Pronta ad amputare, Robè, ma non le mie dita, eh? ... :smt077 Sei pronto? :lol:
Non cedere mai, perchè potresti farlo proprio un attimo prima che capiti un miracolo!
Avatar utente
Saint Bernard
 
Messaggi: 251
Images: 1
Iscritto il: mer dic 05, 2007 1:32 am
Località: montagna pistoiese

Messaggioda Tato » mer gen 16, 2008 0:27 am

Saint Bernard ha scritto:Roberto ha scritto:

Non resta che amputare


!!!!!!!!!!!!!! :smt027 Pronta ad amputare, Robè, ma non le mie dita, eh? ... :smt077 Sei pronto? :lol:


ma ... sicura che è addormentato "quello" di Roberto? 8O
"La nostra vita non avanza per ordini o divieti ma per una passione.
Ci sono passioni senza grandezza, ma non c'è grandezza possibile senza passione."
Avatar utente
Tato
 
Messaggi: 3986
Images: 45
Iscritto il: lun lug 30, 2007 15:26 pm
Località: Bellaria (RN)

Prossimo

Torna a Allenamento - Alimentazione - Medicina

Chi c’è in linea

Visitano il forum: pamy89 e 0 ospiti

Forum.Planetmountain.com

Il Forum è uno spazio d’incontro virtuale, aperto a tutti, che consente la circolazione e gli scambi di opinioni, idee, informazioni, esperienze sul mondo della montagna, dell’alpinismo, dell’arrampicata e dell’escursionismo.

La deliberata inosservanza di quanto riportato nel REGOLAMENTO comporterà l'immediato bannaggio (cancellazione) dal forum, a discrezione degli amministratori del forum. Sarà esclusivo ed insindacabile compito degli amministratori stabilire quando questi limiti vengano oltrepassati ed intervenire di conseguenza.